Sai che Esiste un Rapporto tra Zuccheri Alimentari e Colesterolo?

Ecco spiegato perché gli zuccheri potenziano gli effetti dannosi del colesterolo.

Colesterolo buono HDL e colesterolo cattivo LDL sono concetti ormai diffusi e abbastanza conosciuti da tutti.
Mantenere un alto livello di HDL permette di diminuire l’esposizione ad eventi cardiovascolari.

Far in modo che la corretta relazione tra colesterolo buono e cattivo aumenti anche mediante l’alimentazione è anch’essa abitudine comune. Ancora poco conosciuto però è il ruolo dannoso degli zuccheri alimentari sul colesterolo buono.

Non è tanto conosciuto perché è abbastanza recente una ricerca dell’università americana di Atlanta, pubblicata sul Journal of American Medical Association, che collegherebbe a questi zuccheri la diminuzione del livello di colesterolo HDL.

Lo studio è stato eseguito su 6.130 persone adulte suddivise in 5 distinti gruppi a seconda della quantità giornaliera di zuccheri alimentari consumati con la dieta. Prendendo in esame quantità e qualità del colesterolo presente nel sangue di queste persone, si è riscontrato che i livelli di colesterolo buono HDL diminuivano all’aumentare della quantità di zuccheri alimentari consumati.

Cosa sono e dove si trovano gli zuccheri alimentari?

Sono gli zuccheri che vengono aggiunti dall’industria alimentare agli alimenti confezionati, alle bevande e ai dolci.
Tra questi zuccheri sembra che un ruolo particolare, non ancora del tutto conosciuto, sia svolto dal fruttosio.
Questo zucchero semplice è infatti coinvolto nelle reazioni biochimiche che portano alla produzione dei grassi nel fegato e alla sintesi di trigliceridi e lipoproteine a bassa densità, ovvero l’LDL.

In attesa che gli sviluppi scientifici facciano maggiore chiarezza sull’esatto meccanismo che relaziona zuccheri alimentari e colesterolo, gli esperti raccomandano di restringere l’uso di alimenti dove sono impiegati questi zuccheri. Infatti, colesterolo a parte, è risaputo da tempo che un consumo eccessivo di questi alimenti può generare sovrappeso obesità.

Fonte: JAMA, 2010, Volume 303, Issue 15,
Pages 1490-1497

Ora puoi continuare a brancolare nel buio e nei dubbi (e ti tieni i problemi di colesterolo cattivo, rallentamento fisico e mentale, cardiovascolari, pressione alta, rischi di infarto o ictus, notti insonni, e frustrazioni), oppure raccogliere la tua forza interiore e prendere la decisione più importante per il futuro della tua salute: Utilizzare un’arma EFFICACE per combattere il colesterolo cattivo ovvero i GRASSI POLINSATURI che trovi indicati qui sotto.

Omega 3/60

Confezione da 90 capsule

  • Integratore di acidi grassi polinsaturi omega-3.
  • Permette di ridurre il livello di colesterolo nel sangue.
  • Previene l’insorgenza dell’aterosclerosi e dei disturbi cardiovascolari.
OMEGA3-60-90

Coral Lecithin

  • Permette il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale.
  • Migliora l’attività cardiovascolare.
  • Normalizza l’attività epatica.