digiuno intermittente
25 Maggio 2020 By Stefano Zanardi Non attivi

Il Digiuno Intermittente, è Per Me? Quali Vantaggi Posso Ottenere?

Il Digiuno Intermittente, è Per Me? Quali Vantaggi Posso Ottenere?

Che tipo di cibo prendere durante il digiuno?

 

Tabella dei Contenuti

Il digiuno intermittente comporta una ciclicità tra i periodi in cui si mangia e i periodi in cui si digiuna.

Durante i periodi di digiuno, è consentito bere solo liquidi come acqua pura e alcalina, succhi verdi ricchi di clorofilla (non succhi di frutta a causa del loro alto livello di fruttosio), infusi, tè, caffè per coloro che bevono regolarmente. In effetti, è consigliabile bere molti liquidi per mantenere alto il livello di idratazione.

Nell’altra fase, nei periodi in cui si mangia, si consiglia sempre di assumere cibi interi, integrali e biologici a base di verdure, frutta, verdura, semi e noci. Anche grassi di qualità come olio extra vergine di oliva e avocado. Infine, proteine di qualità, evitando tutti i cibi artificiali, trasformati con coloranti, conservanti e aromi artificiali. Non sarebbe inoltre consigliabile assumere cibi zuccherati e farine raffinate. Molto importante, evitare cibi altamente acidificanti come la carne rossa.

Una pratica molto antica

digiunoIl digiuno intermittente è un metodo che è diventato molto di moda al giorno d’oggi perché aiuta a perdere peso e ha innumerevoli benefici per la salute, oltre ad essere abbastanza facile da applicare.

Ma la verità è che il digiuno non è una novità, dal momento che è una pratica antica che è stata portata avanti nel corso della storia dell’umanità, sia per motivi religiosi, culturali o spirituali.

Esistono molti tipi diversi di digiuni, tuttavia il digiuno intermittente è un antico segreto che era stato a lungo dimenticato e ora sta venendo alla luce.

Uno dei concetti che mi piace di più quando penso al digiuno, è il concetto di doccia interna.

Benefici del digiuno

Il digiuno, come ho scritto, ha innumerevoli benefici, tra cui quello di aiutarti a mantenere il giusto equilibrio alcalino del corpo, poiché consente di eliminare le sostanze tossiche accumulate nei tessuti, nel liquido extracellulare, nel tessuto adiposo e/o negli organi. Inoltre, ha un effetto rivitalizzante e rigenerante, aiutando a recuperare energia.

Oggi sappiamo che le tossine nel nostro corpo spesso ci fanno ingrassare, producendo infiammazione, riducendo la nostra energia e influenzando negativamente il nostro umore.

Dobbiamo tenere presente che il nostro corpo è progettato per non mangiare per lunghi periodi di tempo, come accade in natura, è ciò che chiameremmo un digiuno forzato.

Che cos’è l’autofagia?

Il digiuno intermittente induce “autofagia” che consente la pulizia e la disintossicazione a livello cellulare. L’autofagia è un meccanismo di rigenerazione naturale che si verifica nei nostri corpi a livello cellulare. Riduce la probabilità di contrarre determinate malattie prolungando l’aspettativa di vita.

Nel 2016 uno scienziato giapponese Yoshinori Ohsumi ha vinto il Premio Nobel per le sue ricerche sui meccanismi dell’autofagia. Questo processo è stato identificato per la prima volta nel 1960, ma non è stato riconosciuto fino al 1990.

La parola autofagia deriva dal greco e significa “mangiare se stessi”, il che significa che le cellule del nostro corpo si degradano e riciclano i propri componenti. Questo processo contribuisce a fornire energia al nostro corpo per fornire energia, fornendo gli elementi di base per il rinnovamento cellulare.

Quando mangiamo, parte dell’energia arriva al fegato e viene immagazzinata come glicogeno. La persona media ha bisogno di 10-12 ore per spenderla. Se mangiamo prima che il corpo lo abbia consumato, non avrà il tempo di eliminare le tossine in eccesso.

Inoltre, quando non c’è più glicogeno nel fegato, il corpo inizia a bruciare i grassi per produrre energia invece del glucosio, che, tra l’altro, è un modo molto più efficiente; Inoltre, il digiuno ci aiuterà a perdere peso e soprattutto centimetri intorno alla vita.

D’altra parte, il digiuno migliora la capacità intellettuale, poiché i neuroni diventano più attivi quando muoiono di fame. Vengono prodotti più mitocondri e quindi più energia, che a sua volta genera più sinapsi, pari a più memoria e maggiore capacità di apprendimento. In breve, stimola la produzione di “Fattori neurotrofici” nel cervello che promuovono la neurogenesi dalle cellule staminali, cioè vengono prodotti nuovi neuroni, incredibile verità!

Come puoi vedere, il digiuno intermittente migliora la cognizione, migliora l’umore, la salute neuromuscolare e cardiovascolare. Aiuta a riparare il DNA e rafforza l’immunità.

Tipi di digiuno intermittente

Digiuno IntermittenteQuando parliamo di digiuno intermittente è importante dire che ci sono diverse modalità. Ad esempio, abbiamo il metodo “Fast-5-Diet” che il Dr. Bert Herring ha reso molto di moda, che consiste nel non mangiare nulla di solido per 19 ore consecutive e mangiare solo durante un intervallo di cinque ore. In questo caso potremmo saltare la colazione o, per chi preferisce, saltare la cena.

Un altro modo per farlo è chiamato il metodo del digiuno intermittente 5: 2 , che consiste nel mangiare normalmente per cinque giorni di seguito e nel digiuno per 2 giorni a settimana. Per molte persone questo è un metodo più difficile da attuare poiché quando hanno fame per due giorni finiscono per abbandonarlo.

E infine, il metodo più comune che raccomando poiché è relativamente semplice da implementare è il metodo 16: 8, che consiste nel digiunare per sedici ore di fila e mangiare solo durante un intervallo di otto ore. Per le persone che non ci sono abituate, sarebbe consigliabile iniziare a poco a poco, cioè prima di digiunare per 12 ore consecutive, quindi aumentare a 14 ore fino a raggiungere finalmente le 16 ore di digiuno. Puoi anche praticarlo durante la settimana e riposare nel fine settimana, quando di solito ci rilassiamo e facciamo più vita sociale.

Sebbene il digiuno completo e soprattutto il digiuno intermittente abbiano innumerevoli benefici come abbiamo elencato sopra, ci sono anche circostanze in cui non sarebbe raccomandato.

Chi NON dovrebbe farlo?

diabeteCi sono alcune persone che non dovrebbero praticare il digiuno intermittente come bambini, adolescenti, donne in gravidanza e persone con più di 70 anni con problemi di salute, persone con problemi ai reni e alle ghiandole surrenali. Anche le persone che soffrono di anoressia e bulimia nervosa dovrebbero astenersi.

Le persone che sono eccessivamente magre e fragili o che sono state ricoverate in ospedale per un po’ di tempo non dovrebbero neppure farlo in modo intermittente.

E infine, anche le persone con diabete di tipo I insulino-dipendente non dovrebbero farlo.

Se sei interessato all’argomento, troverai molti libri sul mercato che spiegheranno in dettaglio come eseguirlo, e se vuoi davvero iniziare e non avere qualche tipo di problema, ti consiglio di essere supervisionato dal tuo medico o terapista di fiducia.

In sintesi, il digiuno intermittente ti aiuta a:

  • Aiuta a perdere peso.
  • Aiuta ad eliminare le tossine dal corpo.
  • Fornisce chiarezza mentale perché i livelli di insulina diminuiscono.
  • Fornisce energia e vitalità.
  • Facilita la rigenerazione cellulare.
  • Aumenta la produzione dell’ormone della crescita GH, migliorando la massa muscolare.
  • Aiuta a mantenere l’equilibrio alcalino del corpo.
  • Aiuta a ridurre la pressione sanguigna e il colesterolo.
  • Riduce la possibilità di sviluppare il cancro diminuendo lo stress ossidativo.
  • Rafforza il sistema immunitario.

Ora, se ti ritieni una persona attenta alla sua salute, ai prodotti sicuri e naturali o che ha realmente voglia di risollevarsi da questo brutto periodo e che non vede l’ora di rimettersi in gioco, faresti bene a considerare subito un periodo di digiuno e per aumentarne il potere disintossicante associarlo all’esclusivo programma detox alcalinizzante ==> CORAL DETOX PLUS per entrare nel Club privilegiato di CorAlkaLine.

Coral Detox Plus

  • Protezione avanzata contro le tossine e un alto livello energetico.
  • Favorisce una digestione ottimale.
  • Effetto antiossidante.
  • Aumenta la vitalità e rafforza il sistema immunitario
Coral Detox Plus coral-club