Come la Dieta Alcalina Agisce sui 12 Organi e Ghiandole

I nostri organi e le ghiandole funzionano al meglio quando i quantitativi di alcali e acidi presenti nell’organismo sono adeguati.

Il Cuore

Il cuore è uno degli organi del corpo maggiormente alcale-dipendente.

E’ parzialmente innervato dal nervo vago il quale lavora al meglio in un ambiente alcalino. Il cuore pompa circa 490 litri di sangue all’ora e circa 12.300 litri di sangue al giorno.

Il sangue, se contiene tossine, sottopone il cuore ad un grande sforzo. Il battito cardiaco viene alterato dai rifiuti acidi che privano il sangue dell’adeguata ossigenazione danneggiando di conseguenza il cuore. 

Un sistema alcalino permette un funzionamento cardiaco ideale.

I Polmoni

Questi importanti organi hanno il compito principale di mantenerci alcalini attraverso lo scambio gassoso che avviene quando respiriamo eliminando i prodotti di scarto che si formano nel circolo sanguigno .

Un circolo sanguigno sporco o anche solo lievemente acido è premessa di enormi problemi.

Lo Stomaco

Ti consiglio di porre molta attenzione a questo organo, poiché è causa delle disfunzioni gastriche legate allo stato alcalino e acido.

L’ernia iatale, può ridurre molto velocemente la produzione dell’acido cloridrico comprimendo il nevo vago. Senza la necessaria azione di scomposizione del cibo da parte dell’acido cloridrico, il bolo diventa troppo acido, dando luogo a una moltitudine di problemi.

Il Fegato

Questo eccezionale organo svolge qualcosa come 300 funzioni. Innanzitutto, elimina le tossine acide dal sangue, produce numerosi enzimi alcalini per l’organismo ed è la prima linea di difesa contro qualunque sostanza tossica. 

Inoltre, tutti i nutrienti ricavati dal tratto gastrointestinale raggiungono il sangue tramite il fegato. Il carico di lavoro del fegato è molto maggiore quando vi è una costante circolazione di prodotti acidi di scarto nel sangue. Sovraccaricare quest’organo con rifiuti acidi proteici equivale a morte prematura. 

Pertanto, depura il fegato, il “fiume della vita” seguendo i principi alcalinizzanti che trovi su alla fine di questo articolo.

Il Pancreas

Il pancreas dipende molto da una corretta alimentazione alcalina. In compenso, produce enzimi digestivi alcalini e bicarbonato di sodio.

Tutti gli aspetti delle funzioni pancreatiche riducono l’acidità eccessiva. Il pancreas, inoltre, regola l’equilibrio dello zucchero nel sangue che conferisce energia al corpo. Quindi, per consentire il giusto equilibrio glicemico, segui una dieta principalmente alcalinizzante.

L’Intestino tenue

L’intestino tenue svolge molte funzioni e si compone di molte parti indispensabili alla salute. Tra queste le più rilevanti sono le Placche di Peyer, situate nella parte superiore dell’intestino tenue e sono fondamentali per la vita. 

Sono indispensabili per la corretta assimilazione del cibo in tutto l’organismo e rappresentano un importante nesso tra il sistema nervoso autonomo e quello cerebrospinale producendo linfociti nella grande ghiandolare del sistema linfatico. 

Inoltre, producono enormi quantità dell’enzima che è la sostanza tra le più alcalinizzanti prodotta dal corpo.

Ecco perché è importantissimo che il chilo circoli ininterrottamente nell’organismo. Un’eccessiva produzione di rifiuti acidi derivanti da cibo acidificante causa un immenso lavoro per le placche di Peyer e comporta una diminuzione della produzione di chilo.

Da come lavorano queste placche linfatiche dipende la durata della nostra vita. Pertanto possiamo dire: più placche di Peyer efficienti abbiamo, più a lungo vivremo; meno ne funzionano, minori saranno le nostre possibilità di vivere.

Tramite infatti autopsie su persone molto anziane e/o in condizioni debilitate è stato evidenziato un numero di placche di Peyer molto ridotto.

I Reni

Le principali funzioni dei reni sono la formazione e l’eliminazione dell’urina e degli acidi in eccesso. 

In un adulto essi vengono percorsi da circa 1 litro di sangue al minuto. Nel compiere il loro dovere primario, i reni conservano il sangue alcalino e ne estraggono l’albumina acida.

E’ quindi abbastanza chiaro il motivo per il quale non dovrebbero essere sovraccaricati da troppa acidità.

I calcoli renali si compongono di cellule e sali minerali divenuti scarti acidi e strutturalmente amalgamati in una sostanza albuminosa (rifiuto acido). Ecco spiegato perché, se evitate di introdurre nel corpo prodotti acidificanti, le probabilità di una dolorosa condizione causata dall’acidità saranno ridotte.

La Tiroide

Un sistema complessivamente alcalino è della massima importanza per la tiroide come, anche, per quell’organo che essa supervisiona e stimola il cervello.

La ghiandola tiroidea dipende in maniera determinante dallo iodio che aiuta ad eliminare quei rifiuti acidi in eccesso che potrebbero penetrare nel cervello.

La Milza

La milza in ambiente alcalino svolge al meglio il suo difficilissimo compito di rimozione dei globuli sanguigni ormai vecchi.

Un organismo iperacido impedisce pesantemente la funzionalità di questo organo. In questa condizione la milza si ingrossa o semplicemente riduce il proprio lavoro intossicando ulteriormente l’intero organismo.

Le Ghiandole Surrenali

Questi piccoli organi instancabili producono una moltitudine di ormoni che innescano prevalentemente reazioni alcaline. Accanto al loro ruolo di potenziatori di energia, essi assistono anche il fegato ed il pancreas, regolano la glicemia, svolgono in sostanza un’attività alcalinizzante.

Il Sistema Linfatico

Il corpo ha una quantità di vasi linfatici equivalenti al numero di vasi sanguigni e tra le 600 e 700 ghiandole linfatiche. Inoltre, nel corpo circola tre volte più fluido linfatico che sangue, e questo non solo trasporta nutrienti alle cellule ma ne elimina anche i prodotti acidi di scarto.

Il fluido linfatico circola meglio in un contesto alcalino. Quando l’organismo è iperacido , La circolazione linfatica rallenta determinando una delle condizioni più croniche, permanenti e minacciose per la vita. Lentamente la linfa si secca ed inizia a dar luogo a delle aderenze, piccole o grandi, su tutti i tessuti.

Queste aderenze possono disturbare non solo il flusso linfatico ma anche quello sanguigno. Si pensa che la maggioranza delle persone sia interessata da questi blocchi, molti dei quali originatisi in giovane età. 

E’ incredibile vedere l’enorme quantità di malattie che dipendono da un flusso linfatico ostacolato e dall’aumento dell’acido tissutale accumulato.

Sebbene secondo la medicina poche di queste malattie vengono diagnosticate come provocate dal sistema linfatico, un’attenta analisi dei sintomi pregressi mostrerà inevitabilmente la presenza di complicanze legate al flusso linfatico.

I prodotti acidi di scarto raggiungono i tessuti quasi sempre a causa dell’intossicazione della linfa e del sangue. Questi sottoprodotti molto più acidi si depositano nei tessuti endoteliali ed epiteliali della pelle, ghiandole ed organi.

La gran parte dei rifiuti acidi tissutali vengono smaltiti mediante la grande circolazione sanguigna e linfatica. Se non si beve a sufficienza acqua alcalina ionizzata la linfa rallenterà.

I prodotti di scarto alimentari che non vengono adeguatamente eliminati sono riassorbiti dal grande circolo attraverso i dotti linfatici dell’intestino tenue.

Inoltre, si avranno dei riassorbimenti causati dalle incomplete evacuazioni intestinali quotidiane.

Il Colon

Nel colon non deve esserci alcun accumulo di rifiuti acidi. Le tossine se si raccolgono sulle pareti del colon possono provocare diarrea o stitichezza e possono essere riassorbite dal flusso sanguigno.

Quando non avviene una corretta evacuazione intestinale almeno 2 volte al giorno, mangia del cibo avente effetto lassativo oppure prendi un lassativo alle erbe.

Io raccomando a tutti almeno una pulizia del colon e di tutto l’apparato gastrointestinale almeno una o due volte all’anno.

Il cancro al colon è il cancro assassino numero 1. La maggior parte delle malattie iniziano dal colon a causa dell’alimentazione, assimilazione ed escrezione improprie. 

Sempre da questo blog, ti invito caldamente di leggere con molta attenzione l’articolo Conosci il COLO-VADA PLUS PROGRAM 2 per disintossicare il tuo organismo?

Scopri alcuni programmi della linea CorAlkaLine per dare inizio ad un nuovo percorso efficace di alcalinizzazione del tuo organismo.

Coral Detox

  • Programma specifico per l’eliminazione di tossine.
  • Favorisce una digestione ottimale.
  • Effetto antiossidante.
  • Migliora le funzionalità del fegato.

 

Coral-Detox

Colo-Vada Light

  • Detossicante.
  • Antielmintico e antimicrobico.
  • Stimola la peristalsi intestinale.
  • Normalizza la microflora intestinale.
  • Corroborante e antiossidante.
  • Fase lassativa più delicata.
  • Regime alimentare meno rigoroso.
Colo Vada light

HydraMax Pack

  • Migliora le proprietà biologiche dell’acqua garantendo un’idratazione ottimale delle cellule.
  • Aiuta ad assimilare in modo ottimale l’acqua nel corpo, idratando dove necessario. 
  • Potenzia l’assimilazione delle sostanze nutritive e il loro trasporto alle cellule.
HydraMax Pack Coral Club